Archive of ‘Trucco Sposa’ category

Trucco Sposa – Intervista ad Elisa Montaldo

Qual è il momento in cui è nato il desiderio di diventare una truccatrice e quale percorso formativo hai intrapreso?

Il make up è stata la mia passione fin dall’adolescenza: all’inizio è stato più che altro un timido approccio, ma presto la mia inclinazione per la creatività e il disegno hanno avuto la meglio e ho intrapreso il trucco come un cammino di ricerca e sperimentazione personali,  applicando le principali regole del disegno (sfumature, contorni, etc) sulla tela tridimensionale del viso.
Per me il make up è un’espressione artistica, una raffigurazione del proprio mondo interiore attraverso molteplici combinazioni di sfumature e colori. Ritengo che il make up sia accessorio indispensabile di ogni look.
Ho acquisito esperienza lavorando saltuariamente per concerti , videoclip musicali e rappresentazioni teatrali. Ho seguito un seminario/corso dell’importante brand svedese Face Stockholm, alcuni seminari, un minicorso sulle sopracciglia, ma le nozioni e le conoscenze maggiori sono arrivate con la pratica e l’esperienza sul campo.
Mi tengo costantemente informata sui trend, le nuove uscite di prodotti, le sperimentazioni che spesso reinterpreto seguendo la mia innata sensibilità per tradurre l’essenza della donna che mi sta davanti ed esprimerla sul suo viso.

Cosa ti piace o ami del tuo lavoro e  quale aspetto non riesci ancora ad accettare?

Amo sperimentare, provare nuove soluzioni cromatiche ed eseguire make up drammatici e teatrali. Amo poter collegare arti “non visibili” come la musica a quella “visibile” del make up cercando di legare le stesse in una sorta di “polisensorialità” espressiva. Mi piace quando, in sede di servizio fotografico, si può costruire il concept con il fotografo e collaborare nel creare l’immagine migliore.
Non riesco invece ad accettare il fatto che questa attività sia difficilmente vista come un mestiere e che per farsi conoscere ed entrare in un ambiente si debba lavorare spesso in “total free” , o che se non si hanno le giuste conoscenze molte strade sono inacessibili.

Cosa richiedono con maggiore frequenza le clienti e quale obiezione, lamentela o problema ti capita di dover affrontare più spesso?

Nel campo della fotografia la richiesta più frequente è quella di realizzare un trucco sexy ma leggero, naturale che abbia un finish sofisticato. Talvolta invece mi capita di dover creare make up smoky molto drammatici.
Nel campo della consulenza personale e del trucco sposa, la richiesta più frequente è quella di realizzare un trucco semplice ma d’effetto e che ringiovanisca i tratti del viso.
Ciò coincide anche con il “problema” più frequente, in quanto soprattutto per quanto riguarda le spose, mi trovo a dover truccare una pelle stressata, stanca e segnata e se non c’è stata una consulenza precedente risulta difficile rendere l’aspetto fresco e salubre.
Mi è capitato anche di truccare donne che solitamente non si truccano e che quindi sono molto scettiche, per cui la maggiore difficoltà secondo me è interpretare la loro semplicità e convincerle che il trucco è indispensabile per quel giorno e non è una “maschera” come temono sia, bensì un’esaltazione della loro personale bellezza e l’espressione della loro luce interiore.

 

Durante la cerimonia il trucco potrebbe rovinarsi, esistono delle soluzioni che possano evitare il crollo del lavoro fatto?  E’ indispensabile la presenza costante di un’estetista?

Ci sono sicuramente accorgimenti e prodotti da usare nella fase iniziale e finale del trucco, ma anche soluzioni da adoperare nei giorni precedenti al giorno del matrimonio (o di qualsiasi evento importante nel quale si deve essere impeccabili per diverse ore). Non credo sia indispensabile la presenza costante di un’estetista se è stato spiegato alla sposa come ritoccare in modo rapido ed efficace alcuni particolari del trucco: solitamente consiglio alla sposa di procurarsi una piccola trousse per il “dopo cerimonia” elencando quali prodotti possono essere utili e come usarli.

Ci sono colori che non andrebbero mai usati il giorno delle nozze?

Ognuno è libero di esprimersi mediante qualsiasi colore, ma tecnicamente sono vietati gli ombretti e le polveri che contengono mica, perché può avere una reazione cromatica negativa con la fotografia digitale (antiestetici punti luce bianchi, molto poco naturali). La scelta del fondotinta inoltre va fatta in modo molto accurato e non sempre il colore che si usa per tutti i giorni può essere adatto.

3 consigli davvero fondamentali per preparare il viso a quel giorno e 3 cose importantissime per il trucco sposa del giorno stesso!

CONSIGLI:
-Idratare mattina e sera il viso e fare una maschera levigante almeno una volta alla settimana (anche la più “casalinga” con miele e zucchero di canna è ottima!)
-La notte prima della cerimonia, fare uno scrub alle labbra con zucchero (o burro cacao) e miele, un rimedio veloce e pratico (come sopra) ed efficacissimo
-Se possibile aiutare la pelle ad acquisire freschezza mangiando frutta e verdura in quantità e non fare troppe lampade ravvicinate.
COSE IMPORTANTISSIME PER IL GIORNO DEL MATRIMONIO:
-Sapere di aver sfatato ogni dubbio sul trucco durante la prova (o le prove) e non avere paura di chiedere qualsiasi cosa alla truccatrice, anche se sembra stupida o banale.
-Cercare di ritagliare il giusto tempo per la preparazione a costo di chiudersi a chiave nella stanza tenendo lontani tutti tranne la truccatrice e la parrucchiera (e ovviamente, la migliore amica o sorella di supporto!)
-Guardarsi allo specchio e vedersi diverse sì, ma se stesse, come se il confine tra anima e corpo si fosse assotigliato e magicamente ci si vedesse più belle, più luminose, pronte ad esprimere tutta la gioia e l’amore che si hanno nel cuore.

Quali altre idee originali o metodi personali adotti per esaltare al massimo la resa del trucco?

Mi piace provare ad essere una truccatrice che “va al di là” del lavoro circoscritto al viso: ritengo che la sensibilità sia fondamentale in questo ambiente, e se riesco ad entrare in sintonia con la persona che si rivolge a me, posso cercare di individuare il suo stile ed esprimerlo al meglio, con qualcosa in più…ad esempio posso dare consigli su come abbinare i colori o il look ad un profumo per ottenere un’ “aura” particolare, o come esaltare le caratteristiche più seducenti del viso in modo personale e subliminale, o come ad esempio lo stile del trucco sia in connubio con il tessuto del vestito nella creazione di un’immagine perfetta ed armoniosa.

Elisa Montaldo
You might also like: