Intervista a Monica Rossi Sebastiano

Tutti i tuoi lavori sono un inno alla creatività, unici. Come riesci a dare una forma alla tua fantasia?

I lavori che faccio prendono forma in conseguenza alla scelta dei materiali giusti. A seconda di quello che penso dovrò utilizzare gli strumenti che più mi aiuteranno a realizzare l’immagine come voglio! Mai viceversa! Col tempo sto imparando sempre di più a sapere come mostrare al meglio le mie capacità. Sicuramente prediligo disegnare con la china nera su sfondo bianco e creare giochi di chiaro scuro col tratteggio. Ho più facilità così a riempire di dettagli i miei soggetti. I disegni però hanno un’ impronta più antica in questo modo!
Uso i colori acrilici, invece, per fare immagini più caricaturate o più fantasiose e soprattutto stilizzate.

Cosa ti ispira?

La gente,gli animali i piccoli eventi quotidiani che mi fanno sorridere e i film!
Dipende anche molto da quello che devo fare. Ad esempio se mi viene voglia di disegnare e creare un quadretto è probabile che l’espressione in volto di una persona incontrata per strada mi abbia fatto pensare a qualche scenetta particolarmente divertente e allora inizio a “progettare”un personaggio da disegnare. Le persone o gli animali che disegno devono avere tutti una storia alle spalle…anche gli oggetti!! In fondo ho un po’ l’animo della fumettista anche se non mi ci sono mai più di tanto dedicata!!
Credo che tutte le cose che vedo siano in qualche modo trasformate dalla mia mente in un cartone animato… in stile Disneyano!! Sono affascinata anche dalle illustrazioni di Alfons Mucha, da quelle di Norman Rockwell da quelle di Sergio Toppi , dalle geometrie di Escher e dalla genialità di Bill Watterson e dei suoi fumetti,in particolare “Calvin and Hobbes”, divertentissimo da leggere!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando hai capito che la tua passione poteva diventare un lavoro?

Quando ho iniziato a mostrare i miei lavori ad un entourage che non fosse solo composto da parenti ed amici e ho ricevuto complimenti!! L’occasione è stata proprio il mio matrimonio! Ho dedicato tanto tempo a creare bomboniere,segnaposto e inviti!
Non so mai però se i complimenti nascano perché la gente si aspetta sempre “il peggio” dai lavori “fai da te” oppure perché piacciano veramente i miei lavori!!!
A dir la verità… ci ho sempre un po’ creduto ,anzi sperato, che la mia passione diventasse il mio lavoro. A 9 anni avevo deciso di diventare una disegnatrice Disney, guardare “La sirenetta”mi aveva cambiato la vita!
Sono molto critica,però, nei miei confronti. Vorrei diventare una tra le migliori ma per farlo ci si deve mettere in competizione e bisogna saper perdere.
Son più orgogliosa di quello che credono le persone che mi conoscono.

Quando una coppia di sposi viene da te, cosa ti colpisce?

Intanto mi colpisce che abbiano scelto proprio me per completare il loro “sogno” di cerimonia.
Mi piace che in qualche modo conoscano i miei lavori precedenti e mi dicano” vorrei qualcosa come…”,mi fa capire che proprio gli piacciono le cose che faccio! E poi li trovo meravigliosi perché mi ricordano me e mio marito quando stavamo preparando il nostro, di matrimonio: indecisi, speranzosi ed emozionati!!!

 

Come hai deciso di fare questa professione?

Ho vissuto un anno in Francia insieme a mio marito e non trovavo lavoro. Non ero più abituata ad avere tanto tempo libero. Ho sfruttato le ore pensando di unire l’utile al dilettevole e così tutto è iniziato… E’ come essere innamorata di un uomo, separarsi ,non
vederlo più e pensare d’averlo dimenticato e, dopo anni, incontrarsi e capire che l’amore non era mai finito! Per me avere la matita in mano, sporcarmi di colore, passare la giornate a pensare e fantasticare e poi riuscire a mettere su carta,o qualunque altro materiale, quello che ho stampato nella mente è un grande amore! L’università, la quotidianità ,mi avevano fatto dimenticare quanto fosse bello essere innamorati! Adesso che l’ho ritrovato,questo amore, voglio che faccia parte della mia vita più tempo possibile!!

Qual’è il tuo sogno a livello professionale: budget illimitati, ispirazione senza fine, materiali innovativi…altro?

Il sogno è lo stesso di quando ero bambina:diventare una disegnatrice disney…ma rimarrà tale! Concretamente, adesso lavoro su carta, legno, su tela su oggetti. Sto iniziando a valutare di lanciarmi nel mondo dell’editoria per illustrare qualche bel racconto e sul web creando qualcosa come fiabe, packaging e altro scaricabile direttamente online.

Qual è il tuo luogo creativo?

Casa. Ho una grande scrivania,tutta mia, che viene riempita di tutto il necessario … ovviamente oltre ai pennelli e alle matite trovo pure il gatto che, chissà perché, appena inizio a lavorare sembra davvero interessatissimo all’evento e riesce a trovare comodo sedersi proprio sopra il foglio da disegno!!

3 cose che ami e che odi?

Amo fare il bagno in mare, amo gli animali (i felini in particolare) ,amo mangiare in sala sul divano mentre guardo un bel film insieme a mio marito e al gatto,se piove ancora meglio!!!
Odio incontrare per strada qualcuno quando ho deciso di farmi un giro sola soletta, odio veder andar via lo smalto dalle unghie, odio essere indecisa su qualcosa!

Se fossi un colore, quale saresti?

Mio marito dice che sarei il “nero” perché l’insieme di tutti i colori!

Monica Rossi Sebastiano
moniquer81@hotmail.com

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: